DURANTE LA SETTIMANA PIÙ CONVENIENTE !!!! Prenotate tra domenica e venerdì e beneficiate di uno sconto fino al 20%. - utilizzare il codice: Zima24

Prenota online

Lasówka – Scoprite la storia di questo luogo straordinario

Da dove deriva il nome del villaggio? Quando è stato fondato e a cosa deve la sua attrattiva turistica? Scoprite cos’altro non sapete su Lasówka!

Lasówka è un villaggio situato nel Voivodato della Bassa Slesia, nella contea di Kłodzko, nel comune di Bystrzyca Kłodzka. Il villaggio è situato nei Sudeti centrali. Lasówka è attualmente abitata da 93 persone!

Un po' di storia

Il villaggio fu menzionato per la prima volta alla fine del XVI secolo. Fungeva da torre di guardia a protezione delle foreste di confine della contea di Kłodzko. Era un insediamento di boscaioli e vetrai e faceva parte della proprietà del castello di Szczerba.

All’inizio del XVII secolo, a Lasówka fu costruita una vetreria, che fu distrutta durante la Guerra dei Trent’anni. La ferriera fu riavviata nel 1656 da Adam Peterhansel. Vi furono costruite anche una fattoria e diverse case di abitazione e l’insediamento prese il nome di Kaiserswalde – Bosco del Kaiser, oggi Lasowka. La data di fondazione del villaggio è considerata il 29 luglio 1682.

Nel corso degli anni, Lasówka cambiò più volte proprietario. Nella sua area operavano distillerie, numerosi laboratori di tessitura, una fabbrica di fiammiferi e un birrificio. Nel XIX-XX secolo, il villaggio era uno dei villaggi più grandi della Valle dell’Aquila Selvatica, il che lo rendeva una delle destinazioni turistiche più popolari.

Dopo la Seconda guerra mondiale, la regione dei Monti Bystřice ha subito molti cambiamenti. Nuovi abitanti si insediarono nella regione senza ricevere il sostegno dello Stato e questo contribuì al declino dell’agricoltura nella zona e allo spopolamento dei villaggi di montagna.

Vita quotidiana a Lasówka

Gli abitanti di Lasówka sono stati costretti a procurarsi un reddito supplementare in vari modi per migliorare le proprie condizioni di vita. Una fonte di reddito supplementare era la raccolta del sottobosco, che avveniva in estate e in autunno. Tuttavia, le rigide condizioni climatiche della regione non consentivano alcuna coltivazione agricola di rilievo. Le praterie della zona erano utilizzate principalmente come pascolo per gli animali.

Prima della Seconda guerra mondiale a Lasówka c’era una scuola, ma le condizioni educative erano difficili. I bambini dovevano percorrere una lunga distanza per raggiungere la scuola durante l’inverno, il che era scomodo. Per risolvere questo problema, nel 1850 fu istituita una scuola invernale che funzionava in un’unica stanza nel dominio di Lasówka. L’insegnamento era affidato a un insegnante di Mostovice, che doveva recarsi a Lasówka ogni giorno, il che costituiva una sfida a causa delle condizioni meteorologiche avverse. Questa situazione durò per 13 anni, finché non fu finalmente possibile istituire un sistema scolastico indipendente per Lasówka e la Foresta Reale. Nel 1898/99 fu costruito un nuovo edificio scolastico che permise di accogliere un maggior numero di alunni e di assumere un secondo insegnante nel 1900.

Monumenti a Lasówka

I seguenti edifici sono stati iscritti nel registro provinciale dei monumenti:

  • Chiesa succursale di Sant’Antonio, costruita tra il 1910 e il 1912 in pietra arenaria. L’unicità di questa chiesa risiede nell’alto elmo della torre con tetto a capanna e nel ricco arredamento interno, risalente ai primi anni del XX secolo. L’interno comprende un altare principale e due altari laterali, con splendidi dipinti dei santi patroni Nostra Signora e San Giuseppe. A destra della chiesa si trova un imponente fonte battesimale, anch’esso in pietra arenaria. All’interno del muro della chiesa si trova una figura in bassorilievo di un cavaliere, anche se senza testa. Si tratta di un monumento fatiscente alle vittime della Prima guerra mondiale, la cui forma si riferisce al famoso cavaliere di Bamberg.

Tra gli altri monumenti di pregio ricordiamo:

  • le fondamenta delle grindhouse situate sulla strada laterale, una vicino alla chiesa e l’altra all’accesso della strada che porta al fiume Wild Orlice,
  • fondamenta di tre forni per il vetro, visibili lungo il sentiero laterale tra il fiume e la strada del paese,
  • Casette sudiste in legno risalenti al XIX secolo, una preziosa testimonianza dell’architettura della regione.

Curiosità

Lasówka ha un posto nella storia dell’aviazione mondiale in quanto luogo di nascita di Herman Köhl, un pilota che, insieme a due compagni di volo, compì un’impresa storica dopo la Prima Guerra Mondiale. Si trattò del primo volo con un monomotore sull’Atlantico da est a ovest.

L’aereo utilizzato era uno Junkers W33 chiamato “Bremen”. Il loro straordinario viaggio iniziò il 12 aprile 1928 dal campo d’aviazione di Baldonnel, vicino a Dublino, alle 5:38 del mattino. Dopo meno di 36 ore e 2 minuti di volo, l’aereo atterrò sulla superficie ghiacciata di un piccolo lago a Green Island, nel Golfo di San Lorenzo, a nord di New York.

All’arrivo a New York, gli eroi di questo incredibile volo sono stati accolti da una folla di 2,5 milioni di persone, e hanno ricevuto un’accoglienza altrettanto entusiasta a Chicago.

Benvenuti a Lasówka! Scoprite il fascino di questo luogo pittoresco, dove troverete le nostre confortevoli case vacanza All Season, ideali per tutte le stagioni. Trascorrete momenti indimenticabili immersi nella natura e godetevi il relax nel cuore della Bassa Slesia. Prenotate ora e rilassatevi a Lasówka!